Course Content
Modulo 1: Modello di intervento
Benvenuti a bordo! Questo primo modulo condividerà alcuni principi che riguardano l'inclusione ed il SEL, inoltre spiegherà quello che è il nostro modello di intervento. Ogni insegnante è consapevole dell'importanza dell'inclusione e del SEL nel processo di insegnamento/apprendimento. L'obiettivo di questo modulo è condividere le nostre conoscenze e presentare la nostra esperienza sul campo.
0/7
Modulo 3: Tecniche di insegnamento per unità didattiche stratificate (multilivello)
Benvenuti nel Modulo 3! Qui impareremo a conoscere meglio lo scaffolding, una delle parti più importanti dell'educazione inclusiva e socio emozionale.
0/4
Modulo 4: Il mentoring e lo scaffolding
Benvenuti nel modulo 4! Qui impareremo di più sul ruolo del "mentore" all'interno dell'ambiente scolastico e condivideremo risorse che approfondiranno la vostra comprensione della metodologia del mentoring ed alcuni esempi della sua applicazione nella pianificazione delle lezioni.
0/4
Modulo 5: L’unità didattica stratificata
Benvenuti nel modulo 5! Qui ci occuperemo delle fasi dell'unità didattica. Niente di nuovo per un insegnante! L'importante è pianificare in modo mirato attività inclusive e legate a SEL per colmare le lacune e potenziare gli studenti dal punto di vista emotivo. Ricordate che l'apprendimento socio-emotivo è profondamente legato al modo in cui gli insegnanti si rapportano e interagiscono con la classe, alle attività che scelgono e agli schemi interattivi che propongono.
0/3
Modulo 6: Esempi e buone pratiche
In questo modulo, sarete guidati attraverso le diverse fasi di pianificazione di un'unità didattica stratificata a partire da un esempio. Non esitate e seguite i passaggi forniti passo passo. Nei materiali relativi a questo argomento sono inclusi anche esempi di unità didattiche stratificate, che potrete utilizzare come spunto o adattare liberamente alle vostre esigenze; tutti questi materiali saranno resi disponibili al termine del corso. Prima di passare alle unità didattiche, troverete un esempio di osservazione della classe secondo l'insegnamento inclusivo e SEL.
0/6
Modulo 7: Laboratorio: Come Creare un’unità didattica stratificata basata sui principi del SEL
In questo modulo lavoreremo insieme alla creazione di un'unità didattica a vostra scelta, guidandovi passo dopo passo attraverso le varie fasi di creazione della lezione. Vi verrà fornito un "modello editabile per insegnanti" che potrete scaricare per raccogliere i vostri pensieri e lavorare alla vostra unità.
0/9
Modulo 8: Linee guida per la sperimentazone in classe
In questo modulo troverete ulteriori risorse e una raccolta di materiali didattici utili per la sperimentazione in classe.
0/1
Valutazione finale del corso di formazione
Questa è la fase finale prima del completamento del corso di formazione per insegnanti BE-IN. Contiene i questionari di soddisfazione degli insegnanti e la certificazione di partecipazione.
0/3
Educazione Inclusiva e Socio Emozionale: Meglio insieme! Processi di apprendimento innovativi per l’inclusione e intervenire su dispersione scolastica
About Lesson
Exercise Files
BE-IN_Modulo1_Insegnamento stratificato e SEL(IT).pdf
Size: 15.25 MB
BE-IN_Modulo1_Glossario (IT).pdf
Size: 10.41 MB
Join the conversation
Carmela Cassa 8 months ago
Dario Janes
Reply
Naima Giannaccini 1 year ago
premetto che insegno ad una scuola secondaria di secondo grado, stavo riflettendo sul lavoro a gruppi. Creare lavori di gruppo o a coppie mi piace ma temo che se faccio gruppo misto dove ci sono alunni più "preparati" a alunni meno operativi si rischia invece di far percepire questo divario e demotivare gli alunni meno abili. Se faccio gruppi di livello paritario con schede di lavoro e di verifica adeguate ottengo sicuramente una "scissione dei saperi" con obiettivi differenti.
Reply
Nicola Mannella 1 year ago
Penso che il lavoro a gruppi serva anche e forse soprattutto a potenziare le competenze relazionali. Io sono in una secondaria di secondo grado ma con classi con bassissime capacità di cooperare. Nelle prime classi c’è veramente difficoltà a lavorare in gruppo, con carenti capacità socio emotive. In questi casi talvolta i saperi quasi vanno in secondo piano.
RITA IACOVIELLO 1 year ago
Materiale molto interessante, grazie
Reply
WordPress Lightbox